Cosa sono

L’organizzazione delle attività è caratterizzata da un attento e costante impegno per identificare e programmare le possibili forme di animazione, intrattenimento, occupazione dei nostri Ospiti, per meglio rispondere ai bisogni di ciascuno. Alle attività di intrattenimento presso il locale terapie occupazionali e il salone centrale, sono state affiancate attività in piccoli gruppi o nell’ambito dei singoli nuclei. Sono stati allestiti alcuni laboratori, non occasionali ma strutturati, al fine di recuperare/mantenere l’autonomia psico-motoria, stimolare l’attenzione e contrastare il declino cognitivo, migliorare l’autostima e il benessere degli Ospiti.

Alcuni di essi si svolgono nella stanza “Ratatouille”, una sorta di “polmone creativo” nato dalle intuizioni dei nostri operatori e dai suggerimenti e desideri espressi dagli Ospiti. Lo stesso nome della stanza è il frutto di un concorso indetto tra loro per definire tale spazio. Venne scelto “Ratatouille” con questa motivazione: evoca un gusto familiare, un sapore di casa, un insieme di forme e colori diversi. Dove ogni elemento è importante, perché, se non ci fosse, l’insieme sarebbe diverso. E’ l’esempio di come con risorse semplici, le cose che si hanno in casa, si può preparare una portata importante.

A ciascuno dei laboratori partecipa un gruppo ristretto di persone, così da facilitare la libera espressione di tutti. Per ogni partecipante viene compilata un’apposita scheda per monitorare il grado di partecipazione e di gradimento, le variazioni dell’umore, i progressi e le criticità. In particolare sono stati attivati i seguenti laboratori

 

Coro

Nato quasi per caso, il coro è un appuntamento molto atteso. C’è chi canta e chi semplicemente ascolta, ma sempre la musica sa muovere corde emozionanti, ricordi di casa, di amori, di feste e di amicizia. Il gruppo anima le feste e la messa di Natale, ma il repertorio è molto vasto, e si arricchisce di volta in volta grazie alle proposte dei partecipanti, spaziando dai canti popolari e dialettali, ai cantautori, alla musica leggera.

Piccole vanità

Anche all’interno di una casa di riposo ci si può sentire accudite ed apprezzate attraverso dimostrazioni di attenzione e cura, recuperando ricordi lontani legati alle cure di bellezza.
Quando si è anziani anche i piccoli gesti come venire truccati o pettinati assumono un valore immenso perché fanno sentire amati e considerati, restituiscono un’identità a volte perduta.
L’obiettivo è quello di migliorare il benessere psico-fisico tramite la promozione dell’autostima.
Dopo aver selezionato un gruppo di ospiti, si prepara un’atmosfera rilassante con sottofondo musicale, vaporizzando nell’aria profumi delicati ed avvolgenti. Si iniziano i trattamenti di bellezza come la pulizia del viso, il trucco, la manicure, ecc.
Durante l’attività il clima è molto rilassato e disteso, cercando di stimolare la conversazione recuperando ricordi lontani legati a cure di bellezza, trucchi ed esperienze passate.

Foto di Federica Solera
Foto di Mauro Ruffinatto
Foto di Mauro Ruffinatto

Ginnastica dolce

Esprimersi attraverso il corpo, per chi ha difficoltà comunicative, può essere una valvola di sfogo e una liberazione senza pari. Muovendosi a ritmo di musica le persone, pur avendo deficit cognitivi, riescono ad esternare emozioni imprigionate nel profondo.
Il corpo parla e lo fa in modo molto più eloquente delle parole che usiamo per descrivere i nostri pensieri. Un primo passo da fare, per usare bene il linguaggio del corpo, è capire cosa vogliono dire le persone che parlano con noi.
Vengono selezionati degli ospiti, in modo da formare un piccolo gruppo che sia il più omogeneo possibile dal punto di vista psico-fisico. Con una musica rilassante in sottofondo si inizia l’attività a seconda dell’obiettivo che ci si prefigge con quel determinato tipo di gruppo.

Attività multisensoriali

Uno spazio per il rilassamento, dedicato soprattutto alle persone che hanno difficoltà a comunicare con la parola, dove possono aiutare la musica, le luci, i profumi, l’acqua, il tocco. Uno spazio dove cercare di entrare in CON-TATTO. Vedi la galleria fotografica.

 
Foto di Guido Calliero

Attività manuali

Ogni oggetto offre diverse stimolazioni sensoriali; dipingendo, cucendo, manipolando i materiali e i colori, vengono stimolati il tatto, l’olfatto, la vista, aiutando ad esprimere le proprie emozioni e il proprio mondo interiore. I prodotti dei laboratori di attività manuali e di decoupage abbelliscono i tavoli e le stanze, sono decorazioni per le feste e oggetti per il mercatino di Natale… e consentono di sviluppare la propria creatività e autostima, di sentirsi utili, di divertirsi e socializzare.

Orto Felice

Nei giardini terapeutici si trova o si ritrova la fiducia nelle proprie capacità di far vivere, crescere curare un essere vivente, si sviluppa un metodo di lavoro, che consente di raggiungere un obiettivo, rappresentato dalla crescita della pianta. L’ortoterapia, pur ricorrendo a sistemi abbastanza economici, è in grado di fornire degli spazi aperti nei quali le molteplici attività favoriscono un intervento globale, in grado di aiutare disabili e anziani. Questo tipo di attività comprende la coltivazione di piante e di ortaggi, che permette la cura dell’ansia attraverso la stimolazione dei sensi del tatto, dell’olfatto e della vista. Tutti noi sappiamo quanto faccia bene una passeggiata nel bosco o in un parco quando si è molto stressati e stanchi: la semplice visione degli alberi e dei colori dei fiori riesce a risollevare il morale anche nei momenti più difficili.
L’attività viene svolta all’aperto, si piantano semi o piantine che andranno poi bagnate, accudite e rinvasate; le piantine vengono coltivate in appositi cassoni ad altezza d’uomo per eliminare lo sforzo di piegarsi a terra e permettere così anche alle persone su sedia a rotelle di partecipare all’attività.
I frutti del raccolto possono essere usati come ingredienti per realizzare le ricette durane il laboratorio di cucina.

 
 
 
 
 

Laboratorio di cucina

L’obiettivo è quello di creare un clima di piacevole armonia, utilizzando strumenti di lavoro, oggetti ed ingredienti utili a stimolare le persone a livello cognitivo attraverso la rievocazione dei ricordi.
Il gruppo, formato da persone con differenti abilità, prepara cibi semplici che potranno essere consumati con gli altri ospiti durante la merenda; oppure alimenti che caratterizzeranno una festa a tema.
Ognuno contribuisce alla preparazione con il contributo che potrà dare, cucinando o anche solo dando indicazioni sulla ricetta.
Le ricette più originali verranno poi utilizzate per creare un originale ricettario che potrà essere stampato all’interno del giornalino della Casa.

Aiuto lavanderia

Contribuendo quotidianamente a piegare alcuni capi di biancheria, gli ospiti sviluppano e mantengono capacità attentive e manuali, sentendosi utili e partecipi della vita della Casa.

 
 

Cineforum

Appuntamento fisso del mercoledì pomeriggio, costituisce uno spazio di socializzazione, di condivisione di ricordi e riflessioni, di divertimento. I film da proiettare sul grande schermo vengono scelti dagli stessi ospiti, spesso nella filmografia del passato.

Uscite al mercato

Grazie alla disponibilità degli operatori e dei volontari accompagnatori, il mercato pinerolese del mercoledì mattina è occasione di passeggiata all’aperto, di incontri e di piccoli acquisti, oltre che dell’abituale colazione al bar. In caso di cattivo tempo, anziché al mercato si va al supermercato.

Foto di Marzia Bonetto